Il blog di Max

Un brindisi perfetto

Nei pranzi è importante servire i vini che meglio esaltano il gusto delle diverse portate, dall’antipasto al dolce

BIANCHI E ROSATI

Da aperitivo a tutto pasto il Prosecco Valdobbiadene Doc, servito in bicchieri Flùte a 8-10°, o il prosecco moscato rosa, più asciutto, ottimo pesce e salumi, servito a 5-6°. Adatto a pranzi leggeri a base di pesce  il Pinot Chardonnay

BIANCHI SECCHI

accompagnano bene gli antipasti, anche con salumi e sottaceti o primi leggeri con condimenti semplici, i bianchi secchi leggeri, poco profumati, come L’Arnais, dalla vena acidula, il Riesling o il Gran Lasco.

GLI AROMATICI

si accoppiano bene alle preparazioni a base di frutti di mare, crostacei e molluschi, perché contrastano con la dolcezza delle crostacei, come il Muller Thurgau, il Riesling Italico, il Sylvaner o il Traminer Aromatico dell’Alto Adige. Chi preferisce i meno romantici può scegliere il Sauvignon del Collio. Vanno serviti freschi ma non freddi, a 10-12°, in un bicchiere a tulipano o con un renano, per apprezzare profumi caratteristici .

ROSATI

Per i primi insaporiti con ragù, per la pasta ripiena , hanno un profumo delicato, intenso , sapore secco, asciutto. Si accostano bene anche ad antipasti di salumi o carni bianche cucinate in modo semplice. Quelli del sud Italia, meno profumati ma più forti, si abbinano bene a pietanze dal gusto più deciso o a zuppe di pesce a base di molluschi.

ROSSI

Per i piatti rustici a base di pesce e pomodoro, scegliete rossi giovani ( al massimo di due anni)  dal sapore asciutto ereditato. Per carni bianche cucinate in maniera semplice scegliete il Bardolino classico o il Dolcetto, mentre per la cacciagione o la carne rossa, occorrono vini più forti di buon invecchiamento ( Barolo, Chianti)

BIANCHI SPUMANTI E DOLCI

Leggero e fruttato, come l’Asti spumante, dal sapore aromatico, con panettone e pandoro, o focacce con frutta secca. Per dolci farciti con creme, i vini devono essere molto dolce a elevata gradazione alcolica come il moscato o Passiti. Per i dolci di frutta secca è perfetto il Ramandolo.

ROSSI DOLCI FRIZZANTI

Accompagnano bene le crostate, a base di frutta fresca o secca. Si ricordano il Bracchetto e la Vernaccia di Serrapetrona.

ROSSI LEGGERI  ANCHE FRIZZANTI

Si adattano ad accompagnare tutto il pasto, leggeri dal colore non troppo scuro, più o meno secchi. Quando si versano producono una schiuma dovuta alla presenza di gas, anidride carbonica. Si accostano bene al salumi, ha i primi asciutti col ragù, a secondi di carne bianca o volatili da cortile, a zuppe di pesce e brodetti, cotechino e zampone. Si consigliano il lambrusco di Sorbara o il Grignolino d’Asti.

Lascia un commento